LRC D CGLR: ZDD H TGLT 1 DRGNT!

POST 043 ZEDDA A VIDEOLINA ATTENTI AL PICCIONENn avt cpt cs dc l ttl? Davvero non avete capito? Allora non messaggiate, beati voi, altrimenti sareste abituati alla carenza di vocali! Basta aggiungerle, le vocali, e saprete (ma lo sapete già) che ZeDDa Ha TaGLiaTo un DiRiGeNTe del LiRiCo. Oppure non lo sapete, perché in realtà, sebbene la notizia sia passata, non c’è stato il solito casino sui tasinantaonline&C e i tribuni della plebe (ma soprattutto del Lirico) tacciono.

Tacciono! Eppure c’è stato un altro «infuocato» CdA. Eppure, non certo per la prima volta, ci sono consiglieri assenti e in aperto conflitto con il Presidente (Zedda). Eppure c’è la notizia succosa che ancora la posizione di Direttore Artistico (di grande rilevanza) non è stata ricoperta.

Insomma ci sarebbero tantissimi buoni motivi per sparare in rete vagonate di accuse/consigli/critiche/guano, come al solito…

Invece no, zitti e mosca! Come mai?

Chissà: Ah, saperlo saperlo… avrebbe detto uno dei comici minori che gravitava attorno ad Arbore ai tempi delle notti insonni.

Però, se anche non lo sappiamo, siamo a conoscenza di un fatto, piccolo e trascurabile, che potrebbe gettare luce sul perché i soliti difensori della trasparenza e della buona amministrazione di Cagliari questa volta se ne stiano con la bocca tappata. E il fatto è proprio quello descritto dal titolo: che Zedda ha accorpato due figure dirigenziali in una, riassumendo nella stessa persona la direzione amministrativa e quella del personale.

In un posto normale, in un’azienda normale, una notizia come questa, apparentemente minore, non meriterebbe neppure un trafiletto, ma per il Lirico, se davvero si vuole riflettere, non è così.

Il solito Zedda che vanta la propria capacità di risparmiare!, si dirà.

È vero, certo, si risparmia. I critici ad ogni costo di Zedda ci ridono sopra, come se i soldi non fossero quattrini che saltano fuori dalle nostre tasche. Quelli che vorremmo impiegati decentemente nell’amministrazione della cosa pubblica. Ma il fatto vero, il motivo per cui poco si parla di questa faccenda, non è l’oculatezza ammnistrativa del Presidente del CdA: è un altro. Quale?

Riflettiamo: cos’è un dirigente del Lirico, a parte il ruolo che svolge? Davvero non lo sappiamo? Ma è banale: è un pezzetto di potere virtuale, che può diventare sostanziale se impiegato per proprio tornaconto! Senza farla tanto lunga, un dirigente di nomina pubblica rappresenta la possibilità di barattare un posticino di sottogoverno con un pugno di voti!

Attenzione: questo non significa che sia la prassi, ci mancherebbe, però è una possibilità. Un uomo politico che nomina qualcuno ha la possibilità di utilizzare la nomina per il proprio tornaconto! Anche se la nomina è assolutamente legale, attenzione, non parliamo di strani accordi e scambi. Visto che parliamo del Lirico, tra l’altro, è esattamente ciò di cui si incolpa Zedda col caso Crivellenti: Che avrebbe nominato un’amica sua! (O di SEL, come afferma uno dei soliti e seguitissimi tribuni della pleb… pardon, del Lirico). Poco importa che poi, quando si tratti di scendere in dettaglio questa strana amicizia proprio non si veda, ma è poco importante: se c’è da nominare un dirigente, c’è la possibilità concreta che la nomina rappresenti un tornaconto personale. Tanto è vero che accade , correntemente, ahimè, che nei CdA ci si metta d’accordo, spartendosi le poltrone di cui nominare gli occupanti. Tre al partito dio Tizio, due al partito di Sempronio e un cazzo a Gracco che un povero pirla. Ecco, spesso le cose vanno così.

Bene: ci sono da nominare due dirigenti, due poltrone da occupare ed eventualmente spartirsi e Zedda che fa? Ne abolisce uno!

Io non so perché i tribuni e i tasinantaonline non lo dicano e lo mettano in evidenza, forse perché parliamo di giornalisti e io giornalista non sono, però che un amministratore pubblico rinunci alla possibilità di piazzare un amichetto su una poltroncina sarebbe una bella novità o no?

Insomma: non chiedetemi perché i tasinantaonline e i tribuni non lo dicano: molto semplicemente non lo so!

 

Come? Perché ho trassato il titolo come un codice fiscale imitando un sms? Per risparmiare le vocali, come Zedda con i soldi pubblici. Solo che delle mie vocali non importa un cazzo a nessuno mentre dei soldi pubblici risparmiati dovrebbe importare e come se dovrebbe!. Provate a dirlo ai tribuni e i tasinantaonline, però, io non sono mica un giornalista, io!

 

Gabriele Ainis

gabriele.ainis@virgilio.it

95

 

Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Informazione, politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LRC D CGLR: ZDD H TGLT 1 DRGNT!

  1. nicole ha detto:

    mi creda Ainis, la scelta è della Crivellenti. che così dimostra che vuole lavorare bene.
    saluti

  2. filippo ha detto:

    caro Ainis, la nuova riporta oggi che quell’avvocato cagliaritano che sotto pseudonimo elargiva consigli paternalistici al sindaco sulla gestione del teatro è lo stesso che ha presentato ricorso contro la nomina della sovrintendente…..
    non le sembra curioso?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...