CASTEDDUONLINE: COME “NON SI FA” INFORMAZIONE E “SI FA” DISINFORMAZIONE

POST 084 CASTEDDUONLINE COME NON SI FA INFORMAZIONE 1Talvolta mi capita di pensare allo stato dell’informazione a Cagliari.

Sì, è vero, sono un masochista, un pervertito, mi maltratto e godo. Che volete farci, sarà l’età e la pulsione a scontare i peccati di una vita all’approssimarsi di quella eterna.

Sia come sia, mi capita di domandarmi come sia possibile che Cagliari, capoluogo della ragione, al centro di un’area che raccoglie mezzo milione di abitanti, non possieda un organo di informazione degno di questo nome. Un quotidiano, ad esempio, oppure una rete televisiva che non sia quella pubblica, RAI3, talmente edulcorata nei contenuti che la si direbbe un bollettino parrocchiale e forse lo è.

Modernità, si dice: basta con la carta(ccia) dei quotidiani morti nel secolo scorso, zombie richiamati in vita dai contributi pubblici e dagli interessi, beceri, della politica e del potere. Largo ad Internet, allora, sorgente di ogni libertà, quella di informazione prima di tutto.

Puttanate! Un esempio? Castedduonline, «Il primo quotidiano di Cagliari sul web», come si definisce non senza qualche ragione. Mi ricorda un caro amico della mia adolescenza, basso quanto me e chiaramente inadatto ad un qualunque sport agonistico che non fosse bere bevande gassate e correre inutilmente dietro alle pivelle ( troppo lento, arrivava sempre in ritardo). Si vantava di essere, nella propria categoria, il miglior lanciatore del disco della provincia ed era vero. Peccato che fosse anche l’unico, quindi anche il più scarso, il più imbecille, il più bello… Andai, una volta, ad assistere ad una gara. Fu impeccabile: unico concorrente, andò in pedana e fece subito un nullo, seguito da un altro nullo e da un valido di pochi metri. Accidenti: avrei potuto batterlo anch’io! E invece vinse…

Cosa significhi questo essere «primo» bisognerebbe domandarlo, ad esempio, alla compagine giornalistica di rara competenza e bravura che ci scrive, nel primo quotidiano di Cagliari sul web. Personaggi di spessore, eh, come Jacopo Norfo, un genio del giornalismo, oppure Marta Milia, capace di scrivere un pezzo di ben 92 parole (571 caratteri spazi inclusi) per dirci che arriva la perturbazione Calipso! Questo è giornalismo, ragazzi, capittomihai?, il quarto potere. E chi è Il Fatto Quotidiano che sbatte in prima lo scandalo della banca più antica del mondo (Monte Paschi) costringendo alle dimissioni il Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana? Chi è di fronte a Norfo e Milia?

E di che sono capaci, i coraggiosi componenti della redazione?

Ad esempio di pressare il sindaco con editoriali di peso, come il malcontento dei cittadini causato dal primo cittadino, colpevole di essersi ritrovato tra i piedi un pastrocchio inverecondo cucinato in decenni di mancata applicazione della legge da parte delle precedenti amministrazioni e averlo preso di petto nel rispetto della legalità. Eccolo là, lo striscione: garrisce al vento e sbatte in faccia a Zedda tutto il malcontento cittadino: Guarda Zedda, cos’hai combinato!!!

Peccato che la fotografia dello striscione compaia il giorno 23 gennaio, mentre lo stesso (striscione) già non c’è più da almeno una settimana, come fa notare un affezionato lettore del primo quotidiano di Cagliari sul web!

POST 084 CASTEDDUONLINE COME NON SI FA INFORMAZIONE 2Che dire, questo sì che è giornalismo (mica una figuraccia di merda!). Almeno Minzolini, bontà sua, parlava del tempo, dei concorsi di cani, del pericolo di estinzione del tasso siberiano, dell’incidenza del gelato al gorgonzola nella produzione di vongole canadesi.

Castedduonline no, invece, solo notizie di spessore e profondo significato politico.

Jacopo Norfo si definisce un drogato di giornalismo…

… ma non potrebbe cambiare spacciatore?

 

Gabriele Ainis

gabriele.ainis@virgilio.it

84

Questa voce è stata pubblicata in Informazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a CASTEDDUONLINE: COME “NON SI FA” INFORMAZIONE E “SI FA” DISINFORMAZIONE

  1. Jacopo Norfo ha detto:

    Sono Jacopo Norfo, e come vedi ho il coraggio di firmarmi a differenza tua che sei un vigliacco. Il tuo articolo finirà dritto in un esposto alla polizia postale, così finalmente scopriremo la tua identità. Volevo chiederti: mi potresti spiegare come mai il nostro anonimo e inutile giornale ha appena costretto due componenti della scuola civica di musica, vicinissimi a Sel, a fare rinunciare i parenti alle docenze? è forse intervenuto qualcuno? Non saremo il Fatto Quotidiano, ma come vedi anche noi nel nostro piccolo, con un milioncino di miseri lettori al mese, costringiamo qualcuno a dimettersi…ad esempio paolo zucca, presidente dellla scuola civica di musica scelto da Zedda, ha rimesso il suo mandato nelle mani del sindaco. Quella si che è una vera figuraccia…non pensi? In fondo fai benissimo a restare anonimo: non hai identità, e il tuo blog sta danneggiando il sindaco che non ha bisogno di estremi difensori come te. Mi dispiace deluderti: da noi non avrai alcuna visibilità. Resterai quello che sei: un anonimo genio del nulla

  2. Anonimo ha detto:

    Povero Jacopo Norfo! La verità ti fa male, lo so!
    Aggiungi al tuo esposto anche il mio nome, magari ti dicono chi sono!

  3. Peppino ha detto:

    Gentile Andr……..i. non dia per scontato ciò che non lo è. Chissà chi lo sa.

  4. quintale ha detto:

    Esilaranti le minacce via internet ! Ma poi, se si scopre il nome ? Cosa succede, che potete fargli le scritte sotto casa ? Suonate il campanello e scappate ? Merda nella cassetta delle lettere ? Siete gente strana. Un giornalista che invoca il delitto di opinione poi…non capisco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...