SU CONTI, SU BARONI E SU SARDISTA

“Noi siamo ancora qui con i nostri Quattro Mori, per rappresentare solo gli interessi del popolo sardo e fermare gli invasori in Sardegna. Diciamo “no” al sistema italiano che da decenni ci umilia tutti e fa retrocedere l’Isola a protettorato dei politici romani”.

“Il 24 e il 25 febbraio troverete nelle schede per Camera e Senato i gloriosi Quattro Mori e nuovi patrioti pronti a tenere alta la bandiera e l’orgoglio del popolo sardo”

Questo sarebbe il patriota sardista Giacomo Sanna, capolista del PSd’Az, che annuncia all’inclito e al colto che i sardisti corrono da soli.

Dice qualcuno (che leggo, talvolta con gusto, pur condividendo poco di ciò che pensa): I Sardisti hanno la faccia come il culo.

Ora, i pochissimi che mi leggono sanno quanto poco condivida le istanze indipendentiste (che considero scriteriate, prima di tutto) ma questa volta non si può che essere d’accordo. Questi signori, i patrioti, sono coloro che hanno gentilmente fatto omaggio dei Quattro Mori al Presidente di un Consiglio costituito grazie all’alleanza tra PDL e Lega, come dire il partito che in Italia incarna, più di ogni altro, l’atteggiamento smaccatamente razzista verso i tarùn, cioè noi, tanto per essere chiari, e quelli come il prode Giacomo Sanna. Sanna – e il suo partito – ha regalato i Quattro Mori a coloro che li (e ci) considerano esseri sporchi, coddapecore e fondamentalmente stupidi; detto in una parola: inferiori!

Sanna – e il suo partito – è quello che ha sostenuto e continua a sostenere, la giunta Cappellacci, cioè quanto di più estraneo e importato nella nostra isola possa essere pensato, espressione di una politica da cabaret, da case su Marte, da acquirenti stranieri di ALCOA (mai visti), da vendita delle coste per due soldi, da tentativo di distruggere i nostro paesaggio mettendo in forse il Piano Paesaggistico di Soru (che non avrà fatto tanto ma qualcosa di sensato sì, perdiana!) da bufala della “Flotta Sarda”. La giunta che non fatto nulla per il lavoro, per l’industria, per l’agroalimentare. La giunta che quando concede l’elemosina per i tirocini, se li mette in tasca.

Questi sono i patrioti sardisti!!

Per cui bisognerebbe chiedersi: ma Sanna, quando dice queste cose, è serio o sta scherzando?

Sta scherzando naturalmente e infatti chi c’è in lista?

Benito Urgu, capofila dei cabarettisti isolani, che ha giustamente un ruolo di rilievo: ha elaborato il nuovo inno del PSd’Az, quello che verrà suonato e cantato in ogni piazza dell’isola nel corso del trionfale tour elettorale dei candidati sardisti nell’isola: Su Conti su baroni e su sardista, funti tottu sa dì…

Mi raccomando, quando andate a sentirli, portate loro una gazzosa: ne hanno bisogno!

 

Gabriele Ainis

gabriele.ainis@virgilio.it

78

Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a SU CONTI, SU BARONI E SU SARDISTA

  1. CAGLIARIFORNIA ha detto:

    Gentile Ainis

    Sono d’accordo con Lei, tutte le proposte indipendentiste attualmente sulla piazza sono senza criterio: scriteriate, appunto. Ma qualora qualcuno dovesse proporne una con criterio, anche lei diverrebbe indipendentista, se non altro perché di politica con criterio, in Sardegna, nemmeno l’ombra… 😉

    Cordialmente,

    P.S. Ora mi aspetto che qualcuno dica che Gabriele Ainis sono io!

  2. Priamo ha detto:

    Non potrò mai dimenticare, che il grande segretario Giacomo, si candidò al Senato per la Lega Nord. Non potrò mai dimenticare che il grande ideologo Paolo Maninchedda, inizialmente grande sostenitore di Renato Soru, finisce poi per diventare il grande alleato di Cappellacci. Però non facciamo di tutta l’erba un fascio. Non possiamo confondere Lussu e Bellieni, con chi ha venduto l’anima sardista. Non possiamo confondere chi ha sottoposto gli interessi rappresentati storicamente dai sardisti all’opportunismo e interesse personale. Lussu, Bellieni………….Sanna Maninchedda, Urgu

  3. Priamo ha detto:

    Caro Ainis,
    Lei ha una velocità di analisi-risposta (nonostante l’età) davvero impressionanti, sembra la stessa differenza tra Bolt e gli avversari, io peggio di un vecchio diesel. Mi permetta battuta-veritiera,
    Cordialità,

  4. Asia ha detto:

    Se penso che ho dovuto abbandonare un forum cui ero particolarmente affezionata perché tre o quattro indipendentisti dei miei gambali sostenevano che io fossi il clone di Ainis, poiché ogni tanto riportavo qualche stralcio dei suoi interventi e ne condividevo il pensiero.
    E, ufficializzata la loro convinzione, hanno cominciato ad insultarmi con metodi inurbani e piglio talebano.
    Ma si può?
    Ma che razza di individui sono?
    Sto cominciando a preoccuparmi.
    Hanno più sigle che adepti, si guardano in tralìce quando decidono che il loro schieramento è il migliore, detestano chiunque non si esprima in limba e odori di penisola, si inventano persecuzioni, colonizzazioni recenti e miti arcaici, ma nel contempo difendono l’idioma manipolato e stratificato degli antichi dominatori. E, come ogni leghista che si rispetti, al grido di MAI CON ROMA, oggi si apprestano ad intrupparsi come sardine in barile, pronte per essere sacrificate nella peggiore mensa italiota.
    Credibilità e coerenza pari allo zero.
    Doddore Meloni e Benito Urgu sono un piccolo assaggio della portata istrionica della cosiddetta ideologia indipendentista.
    Fortza Paris! ))((//

  5. Pingback: L’ARMATA BRANCAUTONOMISTA ALLE ELEZIONI 2013 | Il blogghino di Gabriele Ainis

  6. ipso ha detto:

    Vi permetto di ricordare: Lussu che si rivolta nella tomba; il segretario sardista che regala la bandiera del partito a Berlusca; quanto erano bravi i sardisti di Mario Melis; ed altre cose che certamente non dimenticherete di far presenti ad un elettorato di sinistra, che non ha mai votato Psd’Az. Un immaginario tutto da salotti bene radical-chic. Attenti che l’altra volta il sono aumentati i voti sardisti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...