LA GENIALITA’ DELLE RISPOSTE CRISTIANE

POST 039  LA GENIALITà DELLE RISPOSTE CRISTIANEAvvertenza: il resto del post è fortemente blasfemo. Per tale motivo, tutti coloro (tra i pochi frequentatori del blogghino) che mal sopportano la blasfemia (quella vera, non è uno scherzo) possono evitare di cliccare su

Alcuni dei miei migliori amici di gioventù erano rimasti letteralmente catturati da Comunione e Liberazione. Due, che io sappia, ma potrebbero essere di più, aderirono successivamente all’Opus Dei (per chi conosce il tema, «fischiarono»; per chi non lo conosce, suggerisco di aggiornarsi: meglio dei romanzi del Divin Marchese).

Per quale motivo i miei due amici si prendano a frustate sul culo, in nome di dio, senza compiere alcun peccato ed io faccia lo stesso, causa una passionaccia per le pratiche sadomaso, commettendo un orrendo peccato, non mi è mai stato del tutto chiaro. Le frustate sempre frustate sono, e il culo sempre culo è: perché in un caso è peccato e nell’altro no? A loro non brucia il sedere e a me sì?

Essendo personcina notoriamente modesta e pronta a riconoscere i miei errori, ho provato a chiederlo agli amici di cui sopra, che hanno negato (non che gli bruci il culo: dicono che sono tutte fandonie!).

Allora l’ho chiesto a un prete, che non ha negato proprio per nulla, ma anzi ha lodato la mortificazione della carne da parte degli adepti dell’Opus Dei (che non solo si prendo a frustate sulle chiappe ma indossano pure il cilicio). Poi mi ha spiegato la differenza (spiegazione che non riporto perché non è questo il tema del post).

Inutile dire che il “ragionamento” mi ha soddisfatto poco, perché le argomentazioni dei preti sono viziate da errori logici enormi, risolti nella più parte dei casi da un riferimento circolare finale che suona più o meno come: “L’ha detto dio!” Quando poi gli si domanda quando l’abbia fatto, si scopre che in realtà l’ha detto un uomo, il quale afferma trattarsi di un messaggio divino. Inoltre, nel momento in cui si citano le scritture (“Il Libro”) si scopre che vige un criterio di scelta secondo il quale, dato un testo, si estrae ciò che fa più comodo (ai preti, quindi, secondo loro, a dio).

Sono argomenti arcinoti, naturalmente e a poco vale masticarli di nuovo: chi ha la necessità di credere che esista una vita eterna per compensare la paura della morte, non starà certo a pensare alle sottigliezze della logica simbolica; così come un malato terminale di cancro si rivolgerà anche ad un mago voodoo e, a mio avviso, farà pure bene.

Il tema però è un altro: possibile che non si possa far nulla per rispondere alle assurdità palesi propalate dai preti?

Esistono due scuole di pensiero. La prima, maggioritaria, della quale un esponente italiano di rilievo è il famoso Piergiorgio Odifreddi, consiste nel contrapporre la logica simbolica alla religione, in cerca di una sintesi. Personalmente la giudico una scelta priva di senso, che ha l’unico risultato di dare inizio ad un contradditorio tra sordi che sanno di esserlo. Come si possa pensare di ottenere una sintesi in un dialogo nel quale l’uno non riconosce le categorie logiche dell’altro è un mistero e infatti non avviene: ciascuno resta della propria opinione in attesa del successivo dibattito televisivo, libro, trasmissione radiofonica, saggio, articolo. A voler pensar male (anche senza citare Andreotti) si potrebbe sospettare che sia il gioco delle parti e convenga a tutti cianciare, vendere libri, andare alla tele e raccogliere elemosine, religiose o laiche che siano.

L’alternativa, del tutto minoritaria, è quella condivisa da un blog che si chiama Risposte Cristiane: Tutte le risposte ai quesiti più complessi e delicati sulla corretta applicazione dei precetti della Religione Cristiana, offerte da un gruppo di studiosi esperti di esegesi biblica, vangeli, storia della Chiesa, teologia, Fede, preghiere, novene, contemplazioni, culto mariano.

Cosa combinino i (o forse “il”) tenutari di codesto blog è presto detto: si rivolgono alle scritture, adoperando le medesime categorie logiche (farlocche) dei preti per ottenere conclusioni al limite dell’assurdo, con un effetto esilarante di rara efficacia.

Ad esempio: cosa dicono le scritture del sesso anale eterosessuale prematrimoniale? Lo raccomandano, dice Fratello Moreno, uno degli esegeti che redigono i post, perché: «Da nessuna parte la Bibbia proibisce il sesso anale tra un maschio e una femmina» ed anzi «In realtà, alcuni passaggi biblici alludono all’atto sessuale anale tra uomini e donne. La Bibbia dice: curvano a terra il capo le vergini di Gerusalemme (Lam 2,10 Iod), indicando come una fanciulla dovrebbe posizionarsi per ricevere il membro nell’ano. Un altro passo molto suggestivo delle Sacre Scritture parla dell’orgoglio di una donna per le sue “valli” (riferendosi al solco tra le natiche) che stuzzica il suo innamorato a possederla da dietro: Perché ti vanti delle tue valli, figlia ribelle? Confidi nei tuoi tesori ed esclami: “Chi verrà contro di me?” (Ger 49,4)». E poi: «Alcuni pensano che il sesso anale sia “sporco”. Ma la Bibbia dice: Tutto è puro per chi è puro (Tit 1,15). Il Signore ha creato il nostro corpo, e nessuna parte di esso è imperfetta o sporca. Inoltre Dio ha creato i nostri corpi anche per il piacere, e il sesso anale è solo uno dei molti modi, incluso il rapporto sessuale normale, in cui noi possiamo godere questo piacere e condividerlo con un partner.

Sebbene l’ano sia usato per la defecazione, in realtà non è così sporco come si pensa, dopo aver fatto un bidet. La defecazione è un processo naturale disposto da Dio per il corretto funzionamento del nostro corpo, perciò la concezione dell’area anale come sporca è solo un nostro limite concettuale. Se l’idea di entrare in contatto diretto con quest’area lo disgusta, il maschio può indossare un preservativo come protezione»

E in definitiva: «[…] il sesso anale permette ad ambo i partner di riservare l’atto sessuale più intimo e potente, il rapporto vaginale viso a viso, per il loro coniuge. Infatti questo tipo di rapporto sessuale dovrebbe essere riservato per il partner della vita»

Inutile dire che questo approccio mi pare il più adatto per dimostrare la palese assurdità di quanto ci spacciano i preti ogni santo giorno, imperversando su tutti i mezzi di comunicazione di massa, dalla televisione ai giornali, passando per libri, riviste e quotidiani. Inutile cercare di dimostrare la pochezza logica dei preti, assai meglio, al contrario, prenderli bellamente per i fondelli (prima che lo facciano loro). Se poi si leggono i commenti ai post (quello sul sesso anale eterosessuale ne ha più di 300!) ci si rende conto che alcuni credono davvero di trovarsi in un blog ultracattolico e che gli esegeti biblici facciano sul serio! Più di così non si potrebbe davvero pretendere.

Se poi il sesso anale eterosessuale vi pare poco interessante e volete sapere come regolarvi con lo sperma secondo i dettami delle sacre scritture, leggete Una ricetta per amore di Gesù, e mettete in pratica i consigli culinari. Oppure, nel caso abbiate il desiderio di non sprecare il mestruo, anch’esso proveniente da dio, regolatevi secondo i consigli contenuti nel post Sangue mestruale: come evitare di sprecarlo. Tutto rigorosamente secondo i dettami della Bibbia e del nuovo testamento.

Perché dio lo vuole, ecchecazzo!

Capito, banda di atei senzadio?

 

Gabriele Ainis

gabriele.ainis@virgilio.it

39

 

Questa voce è stata pubblicata in Cazzeggio, Cultura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a LA GENIALITA’ DELLE RISPOSTE CRISTIANE

  1. Ale Sestu ha detto:

    Io, nei primi anni dell’Università, ci ho provato a spiegare queste cose a gentili esponenti cielline, ma loro niente, proprio non ne volevano sapere di concedersi. Nonostante le sacre scritture.

  2. sisaia ha detto:

    Mi punge vaghezza che il suddetto blog sia una sorta di risposta a questo: http://www.pontifex.roma.it/.
    Aiuto! Non riesco a decidere quale tra i due sia il più esilarante… 😀

  3. Proto Zuniari ha detto:

    Caro Ainis,
    non mi dica. La Spisa e Formigoni erano suoi amici di gioventù !!? Nessuno è perfetto. Spero vi siate persi di vista in fretta. D’altra parte, anch’io ricordo che durante la mia infanzia l’attuale vescovo della mia città era un amico di famiglia, ma quando veniva a trovarci mio zio mi nascondeva dai vicini.

  4. Vanessa ha detto:

    La blasfemìa forse sta nell’ affiancare la “trollata” goliardica di Risposte Cristiane alla lucida consapevolezza di Odifreddi, definendole due “scuole di pensiero”.
    Non sono atea, ma ho una viscerale passione per la logica e per chi la coltiva.
    Di conseguenza mi tengo lontana da tutti coloro che giocano a incularella con la (buona) fede.
    E che le spalle siano rigorosamente al muro.
    Hai visto mai…

    • Gabriele Ainis ha detto:

      Gentile Vanessa,
      sorella in fede, lei è certamente obnubilata dall’azione del maligno. Il gruppo di preghiera cui appartengo la ricorderà nel corso della novena. Sia lodato gesù cristo.
      Cordialmente,

  5. Proto Zuniari ha detto:

    Gentile Vanessa,
    si riferisce alla logica minor o alla logica maior? Comunque, guardi che volgere le terga al muro non è più di alcuna utilità; il satana induttivista col suo Novum Organum (che è decisamete maior) è in grado i di perforare pareti in cemento armato.
    Pregheremo per le sue terga
    religiosamente suo,

  6. Anonimo0 ha detto:

    Lassù (ma non troppo lassù..) qualcuno legge, ascolta, medita e… decide?
    La secolarizzazione e l’insidia del dubbio si mangiano anche l’esercito di Baden-Powell. La fede è troppo scomoda perché informe, meglio l’atto e il gesto umano (liquido, direbbe sicuramente Bauman…) :
    http://www.guardian.co.uk/society/shortcuts/2012/dec/04/scouts-want-rid-of-god?INTCMP=SRCH

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...